consigli e risorse per essere cosmopoliti

6 Indizi per capire se tua figlia è diventata adolescente…

FioriSembra ieri che si aggirava per casa col suo pigiamone rosa, vero?  Invece ora si muove tenendo lo sguardo fisso sul display del telefono. Sarà diventata adolescente? Se hai ancora dubbi leggi qui, sono 6 gli indizi per capire se per tua figlia è davvero iniziata l’età ingrata..

1. Con tuo sommo sollievo ha finalmente smesso di giocare a pallone contro il muro della sua stanza ma ha poi subito iniziato ad allenarsi per la pallavolo con lo stesso muro e, se le dici di smettere, prima chiede scusa ma poi aggiunge “però tu stai scialla!”

2. Improvvisamente per vestirsi ci mette un’eternità. Se ti affacci nella sua stanza, davanti ad un armadio pieno sospira, in mutande, che non ha niente da mettersi… ti suona familiare?

3. Quando scrive non si capisce più niente perché ha smesso del tutto di usare le vocali, ha sostituito il “ch” con il “k” e la “x”in luogo di “per”ed ha abolito accenti ed apostrofi. Il risultato è che il suo messaggio “grz m nn ho mlt cmpt oggi xke 1 prf nn cera” ti è, alle prime, incomprensibile. Solo dopo un po’, memore delle ore passate con il Rocci sulla versione di greco, riesci a decodificare il prezioso quanto inutile significato.

4. Sembra che il suo corpo non sia più un contenitore per portare a spasso un’anima ma un ingombrante ed imperfetto insieme di parti assemblate di cui qualcuna ha (secondo lei) sempre qualcosa che non va. “ho la pancia”, “ho le gambe grosse”, “odio il mio naso” sono frasi che non avresti mai pensato di ascoltare dalla ragazza longilinea con il nasino norvegese

5. Ormai parla un’altra lingua: in particolare non capisci perché faccia e riceva sempre tanti complimenti ai/dai suoi coetanei, finché, un giorno, non scopri improvvisamente che “bella” e “bello”, se pronunciati tra gli 11 e i 20 anni, vogliono dire semplicemente “ciao”

6. Se le proponi di invitare un’amica a giocare ti guarda in cagnesco e dice “noi NON giochiamo PIU’!”. Quando l’amica è arrivata si svolge il seguente programma: per un’ora le due ragazze ciondolano inerti parlottando tra di loro, la seconda ora si mandano messaggi con i telefonini pur stando sedute una accanto all’altra sul letto. Alla terza ora incredibilmente giocano. Ma non lo rimarcare: smetterebbero subito!

Succede anche a casa tua?

E se hai ancora qualche dubbio sull’adolescenza leggi anche dalle elementari alle medie: genitori di undicenni

 

Comments

  1. Cara Elisabetta,
    anche a casa mia succedono ormai da tempo cose analoghe, anche se, dal lato maschile, gli indizi per capire se tuo figlio sta entrando nella fase adolescenziale sono leggermente diversi.
    Eccone elencati alcuni:
    (1) Con tuo sommo sollievo scopri che ha smesso di comprare le figurine dei calciatori o le carte dei dragon ball che ti costringevano a continue fermate dal giornalaio anche quando il giornale l’avevi già comprato. Se l’eliminazione della voce figurine sortisce un effetto benefico sul tuo umore, ciò che scoprirari in seguito non avrà però lo steso effetto perché ben presto ti accorgerai che le vecchie e tanto vituperate figurine sono state sostituite con immagini di avvenenti fanciulle in abiti (?) succinti. Non ti abbattere è normale, sono gli ormoni !!!.
    (2) L’evoluzione del linguaggio – se così la vogliamo chiamare – segue lo stesso iter. Le letterine che ti scriveva per la festa della mamma lasciano lo spazio a messaggi criptati con strani simboli. Per leggerli devi esserti esercitata molto non solo nelle traduzioni di greco, ma anche nella soluzione dei rebus della settimana enigmistica.
    (3) La trasformazione del fisico lascia i maschietti più indifferenti, anche se quel brufoletto che compare sul bel viso, un tempo liscio e rosa come una pesca, non risecono tanto a sopportarlo al punto che, con tuo sommo stupore, ti chiedono di comprargli il sapone per lavarsi la faccia. Sì te lo chiedono proprio loro che fino a qualche tempo prima andavano spinti a forza sotto la doccia. L’igene personale è un chiaro indizio dell’adolescenza. Per evitare di finire sul lastrico a causa delle spese in shampoo e bagnoschiuma – ne usano quantità pazzesche – consiglio di indirizzare le scelte d’acquisto verso prodotti economici.
    (4) Se quando telefoni a casa hai la sensazione di aver sbagliato numero perché ti risponde una voce cavernosa e leggermente seccata, non riattacare è tuo figlio adolescente.
    (5) Il maschio adolescente, ma credo che sia una caratteristica che si porterà dietro tutta la vita, quando non chatta su facebook o non messaggia con gli amici, ama ancora giocare a pallone e per il pallone è anche disposto a rinunciare alla bella ragazzina che lo invita al “ponte” (per i non addetti si traduce Ponte Milvio).

    L’adolescenza è un’età molto particolare che tutte noi abbiamo vissuto e che da mamme va affrontata con un pizzico di ironia e con tanta pazienza perché la lotta che stanno vivendo tra la voglia di diventare adulti e il desiderio di non abbandonare la loro fanciullezza li porta ad essere alcune volte detestabili ma altre estremamente carini e simpatici.

    Baci (bella)
    Elisabetta

    1. Cara Elisabetta,
      grazie per aver voluto condividere la tua esperienza di mamma di maschio, mi ha fatto molto sorridere… immagino che qualcuno che ci legge ci si ritroverà (nonchè servirà a me in futuro, quando il piccolino – ora poco più di un anno – non sarà più piccolino..).
      Un’ultima riflessione: nella nostra adolescenza noi non avevamo i social network. Anche se io sono una ‘immigrata digitale’ (ossia non nativa digitale) felice certe volte è già faticoso controllare un figlio in casa o nel quartiere, ma se poi si aggiungono disney fun and friends, instagram, skype, whattsap e, più in là, facebook e via dicendo il mestiere di genitore si complica assai.
      a presto
      Elisabetta

Aggiungi un commento - Leave a Reply