consigli e risorse per essere cosmopoliti

Tutto quel che serve per il neonato…senza spendere!

educazioneglobale baby bedroomQuando nasce un bambino – e specialmente se è il primo – si acquistano montagne di oggetti inutili.

Carrozzine che si rivelano sbagliate perchè non entrano in ascensori e portoni, scaldabiberon che non servono a nulla perché la mamma allatterà, “ovetti” che andranno bene si è no per due mesi perchè il pupo è un gigante, e così via.

In una società dei consumi, maternità e paternità si estrinsecano anche in acquisti smodati e ci si riempie dioggetti che si utilizzano anche solo una volta (come certe tutine 0/1 mese che entreranno al bebè solo il primo giorno, in ospedale…).

Chi ha già amici con figli magari può mettersi d’accordo, fare economie di scala e passarsi le cose. Ma tutti gli altri?

Oggi si può approfittare delle opportunità offerte dai social. Facebook, ad esempio, è pieno di gruppi che facilitano il riciclo di oggetti tra persone che abitano non lontano e che hanno esigenze diverse.

Se al primo figlio tante mamme conservano religiosamente abitini e scarpine anche se non intendono avere un secondo figlio (perché sono feticiste o perché “non si sa mai”), dopo il secondo o il terzo c’è sempre qualcuno che non vede l’ora di liberarsi di una serie di cose.

A che pro tenersi certi oggetti usati per il neonato o per il bambino? A che servono lo scaldabiberon, sterilizzatore, lettino, box, passeggino? Per i nipoti??

Dunque, prima di comprare la sdraietta, la palestra per neonato o lo scaldabiberon basta fare una rapida ricerca su Facebook o altri social.

“A me non serve, lo regalo”, “te lo regalo se vieni a prenderlo”, “te lo regalo a Milano” (o altra città o quartiere), ecco solo alcuni dei nomi di gruppi dove si trova di tutto e di più. Dunque, prima di acquistare, guardiamoci intorno.  Potremmo finire per avere gratis, ciò che saremmo stati disposti a pagare!

 

Se ti è piaciuto questo post ti potrebbero anche interessare:

Aggiungi un commento - Leave a Reply