consigli e risorse per essere cosmopoliti

Studiare in Olanda: l’esperienza di una studentessa italiana

Poco tempo dopo aver pubblicato un articolo sulle università olandesi (L’educazione universitaria internazionale dopo Brexit: il caso dell’Olanda), ho ricevuto una mail da una studentessa italiana, Silvia Maria Bonso, che sta studiando all’Università di Vlissingen (in italiano Flessinga), cittadina portuale del sud dell’Olanda.

Il numero di italiani che sceglie i Paesi Bassi per gli studi universitari cresce in fretta. Molti i vantaggi di questo paese: un buon sistema di istruzione, la vicinanza con l’italia, un’ottima qualità della vita.

L’Olanda, per quanto piccola, ha quasi una ventina di “università di ricerca” e quaranta università di scienze applicate. Le università di ricerca sono le università “tradizionali” dove si può conseguire unalaurea, un master o un dottorato di ricerca. Alcune di queste, tra l’altro, sono ben collocate nei ranking internazionali (come l’Università Erasmus di Rotterdam, l’Università di Amsterdam e quella di Utrecht). Le università di scienze applicate (hogescholen), invece, offrono programmi basati sull’applicazione pratica di arti e scienze – come i corsi di business – con un focus sull’inserimento degli studenti nel mondo del lavoro attraverso tirocini. I titoli che si possono conseguire sono laurea e master.

Ma ora lascio alle parole di Silvia il racconto della sua vita universitaria, con l’idea che possa essere utile ad altri studenti italiani.

“Frequento un corso di laurea in Economia Internazionale e Management presso la HZ University of Applied Sciences. L’Università è situata nella parte sud dell’Olanda in una cittadina costiera chiamata Vlissingen.

La HZ University of Applied Sciences è una Università di scienze applicate, dunque l’aspetto pratico di ciò che viene studiato all’interno del corso è molto importante e si ricorre ad una didattica di laboratorio e di gruppo (al contrario, le Università di ricerca, pongono l’accento sull’aspetto teorico e lo studio individuale).

Perché l’Olanda?

Ho scelto di studiare in Olanda perché è un paese con un alto livello di istruzione, in cui lo Stato investe molto sui giovani e sul loro futuro. Per citare un esempio pratico, nel caso in cui uno studente universitario affittasse un monolocale, chiamato anche “studio” (in genere si aggirano intorno ai € 600, al mese), il governo offre un’agevolazione allo studente, rimborsando circa il 30% dell’affitto totale.

Vlissingen è una città prettamente studentesca ed essendo l’Università medio/piccola tra universitari ci si conosce tutti.

Parlando di mezzi di trasporto, non posso non citare il mito olandese: la bicicletta! Considerato come uno dei mezzi più comuni, veloce e semplice per muoversi grazie alle numerose piste ciclabili che circondano tutto il paese. Oltre alla bici vi sono mezzi pubblici efficienti: tra autobus e treni si può viaggiare tranquillamente per tutta l’Olanda.

L’organizzazione universitaria

HZ University of Applied Sciences offre i seguenti corsi di laurea in lingua Inglese, tutti quadriennali:

  • International Business
  • Tourism Management
  • Logistics Management
  • Water Management
  • Civil Engineering
  • Industrial Engineering
  • Chemistry

HZ University si trova in due diversi edifici di due cittadine confinanti: il primo, situato a Vlissingen, per i corsi di International Business, Tourism Management, Logistics Management e Chemistry. Il secondo, invece, a  Middleburg, per i corsi di Water Management, Civil Engineering, Industrial Engineering.

Per la maggior parte dei corsi citati sopra, vi è la possibilità, durante il terzo anno, di seguire due semestri all’estero. Il primo con Erasmus o Minor in una delle università gemellate con HZ e il secondo svolgendo un’esperienza lavorativa di minimo 6 mesi. Grazie agli accordi che vi sono tra HZ e le università gemellate, non è necessario pagare sovrattasse.Per quanto riguarda l’internship, c’è la possibilità di andare a lavorare in un’azienda scelta dallo studente (nel caso questo abbia dei contatti), oppure tramite l’università, che aiuta lo studente in tutto il percorso di scelta.

Una seconda esperienza lavorativa sarà possibile anche al quarto anno, durante il quale lo studente, basandosi su essa, avrà la possibilità di sviluppare la propria tesi di laurea.

Per quanto riguarda l’organizzazione delle materie e degli esami durante l’anno, ci sono quattro sessioni d’esame: ottobre, gennaio, aprile e giugno. Successiva ad ogni sessione d’esame, c’è sempre una settimana dove si possono recuperare gli esami non passati nel corso della sessione precedente. Le lezioni vengono svolte durante la settimana ma organizzate con pause tra una lezione e l’altra, dando così anche l’opportunità di lavorare nei vari progetti che vengono assegnati periodicamente per ogni materia.

 

Cosa significa vivere in Olanda?

Personalmente, la mia esperienza è molto positiva, mi trovo bene, la gente è socievole, con una mentalità aperta al contesto internazionale anche se con un approccio molto diretto, cosa che differenzia gli Olandesi dagli Italiani. Quasi tutti gli Olandesi parlano Inglese fluentemente, quindi non c’è l’esigenza di dover imparare l’olandese.

 

Un po’ di informazioni pratiche

Università

Ci sono solo due criteri per poter essere ammessi ad HZ University of Applied Sciences: diploma di scuola superiore (senza vincolo di voto) e una certificazione d’inglese (IELTS, TOEFL o Cambridge ad un livello B2)

Il costo dell’Università è di circa 2.000 euro, che possono essere pagati con un unico versamento a settembre, oppure a rate di 10 mensilità.

Alloggio

Per quanto riguarda il primo anno, gli studenti vengono fatti alloggiare in un campus situato a 10 minuti di bici dall’Università di Vlissingen. Qui lo studente ha la possibilità di crearsi un gruppo di amici. La funzione principale del campus è appunto quella di creare un ambiente dove gli studenti possano avere l’opportunità di relazionarsi con persone provenienti da tutto il mondo, anche per superare la nostalgia di casa…che è normale provare soprattutto nei primi tempi!

Per il secondo anno verrà offerta la possibilità di trasferirsi in un contesto più ristretto, in abitazioni nella cittadina che possono contenere dalle 2 alle 10 stanze. È consigliabile trovare alloggio in collaborazione con HZ: APV housing è una società che si occupa con la massima cura di trovare stanze e appartamenti a prezzi che possono variare dai 300 ai 600 euro mensili, in base alle caratteristiche delle camere e/o degli appartamenti.”

Io ringrazio Silvia per le informazioni che ci ha dato, che spero siano utili anche ad altri studenti italiani.

Se ti è piaciuto questo post iscriviti ad Educazione Globale. Leggi anche:

Comments

  1. Grazie mille Silvia. Faremo tesoro della tua esperienza. Potete per caso suggerire delle università con buoni programmi di ingegneria e fisica? Grazie mille.

Che aspetti? Aggiungi un commento! - Leave a Reply